Cavedi in elementi costruttivi che costituiscono comparti taglia fuoco

Lo schema a sinistra illustra le possibili varianti dicompartimentazione come base per la progettazione.Non è però assolutamente completo. Caso percaso la realizzazione particolare deve essere indicatodallo specialista in protezione antincendio.

È consuetudine unire tutte le installazioni verticaliin cavedi. Se per questi cavedi e per il passaggiodei quali all’interno dei locali non vengonorichiesti particolari requisiti antincendio, le breccein corrispondenza dei solai devono essere chiuse erealizzate con una paratia antincendio.

Sfiati e camini

Interventi atti ad impedire l’incendio dovuto all’accensione di componenti infiammabili negli sfiati / camini.

Esempio di costruzione: vano impianti come elemento antincendio per sfiati e camini in depressione senza resistenza al fuoco

1 attacco tetto a falda
2 attacco tetto piano
3 attacco solaio di piano
4 attacco solaio di piano sopra il locale d’installazione con tubo di raccordo
5 attacco solaio di piano sopra il locale d’installazione

A diametro esterno camino senza resistenza al fuoco
B spigolo esterno elemento antincendio EI90
v diametro esterno tubo di raccordo

x2 distanza di sicurezza dallo spigolo esterno del camino La lamella inferiore dell’elemento LIGNATUR può essere posta in corrispondenza del camino se la distanza necessaria x2 ≤ 50 mm.
x3 distanza di sicurezza dallo spigolo esterno del tubo di raccordo eseguito liberamente con classe di temperatura del camino fino a T400: x3 = 200 mm

a elemento antincendio AESTUVER, vano impianti AA EI90 (non infiammabile) della Fermacell
b isolamento cavità non infiammabile
c riempimento in calcestruzzo ≥ 100 mm
d piastra antincendio resistente al calore continuo d ≥ 18 mm (p.es. piastra antincendio AESTUVER d = 25 mm)
e impianto di combustione